DETOX

Pecci Filati è tra le 20 le aziende di Prato che hanno aderito alla campagna Detox, progetto lanciato dall’omonima associazione Greenpeace e volto all’eliminazione di sostanze chimiche nocive utilizzate nel settore moda.

Come spiega Andrea Cavicchi, presidente di Confidustria Toscana Nord: “Siamo stati ambiziosi sin dal principio e abbiamo avuto al nostro fianco un partner, come Green Peace, ancora più ambizioso. Le nostre sono piccole imprese che hanno deciso di impegnarsi in un programma sostenibile a lungo termine, con sacrificio economico e credendo nell’innovazione tecnologica.”

Confindustria Toscana Nord ha in programma di rinforzare il suo impegno verso un’industria della moda libera da sostanze tossiche, con l’intento di sviluppare e fornire nuovi strumenti di supporto per l’adozione di Detox, creando un protocollo di auditing esterno, registrando i progressi, pubblicando casi studio e garantendo la pubblicazione dei risultati delle analisi chimiche.

L’accordo interessa più di 13 mila tonnellate di filati e materie prime e oltre 13 milioni prodotti ogni anno, in particolare:

  • 4.500 tonnellate di filati prodotti annualmente
  • 4 milioni e 500 mila di tessuti prodotti annualmente
  • 1.800 tonnellate di materie tessili prodotti annualmente
  • 3.700 tonnellate di filati tinti annualmente
  • 8 milioni e 800 mila metri di tessuto annualmente
  • 3.200 tonnellate di formulazioni chimiche prodotte annualmente per l’industria tessile

Pecci Filati non poteva non aderire al progetto Detox, in quanto risulta perfettamente in linea con i valori etici fondanti dell’azienda, basati su una continua ricerca e sviluppo di nuove tecnologie atte a rendere il nostro pianeta sempre più ecosostenibile.

Accedi

Password dimenticata?