Le esigenze del vestire contemporaneo richiedono ai progettisti delle collezioni una visione d’insieme cheintegra competenze, soluzioni e approcci sempre nuovie più articolati. Ibridazione e sovrapposizione sonole parole chiave più rilevanti.

L’inserimento di contenuti tecnologici è divenuta una componente imprescindibiledi ogni proposta perché assolve a standard funzionali ormai irrinunciabili per il consumatore. Anche nei filati d’ispirazione più tradizionale e naturale, in quanto la ricerca sulla qualità delle materie primeresta una priorità del brand. Con l’obiettivo di offrire la massima copertura con ilminor peso, il concetto dell’ibridazione si coniuga adun concetto cromatico. Le sovrapposizioni originano fantasie e strutture innovative, talvolta caratterizzate da aspetti artigianali che esaltano il valore dell’imperfezione, qui concepita come lusso. Un lusso minimalista che sposa l’attenzione alla qualità dei materiali conl’uso di tecnologie che rendono i prodotti più leggeri e performanti. Tutto all’insegna della massima coordinabilità, per rivelare– pur nell’estrema versatilità della collezione –un filo conduttore del suo gusto basato su una visione stilistica e di ricerca all’avanguardia.

Il controllo verticale della filiera produttiva, consente di mescolare in modo fashion tecnicità e tradizione, performance e naturalità per aderire il più possibile ad una domanda che è sempre più personalizzata e meno massiva. In pratica si punta a creare prodotti che siano funzionali ad esigenze quasi individuali e altamente customizzate.

Per questo, il concept dell’allestimento della collezione AI ’19 si lega all’opera dell’artista Marco Lanza, Your Own Yarn, che consiste in una serie di foto-ritratti prodotti dal vivo presso lo stand destinati a comporre un’installazione in continua evoluzione in cui le fotografie si associano ai prodotti a sottolinearne la varietà di aspetti differenti, come diverse sono le tipologie di utente e le personalità individuali. Rilevante è l’impegno di Pecci Filati nell’ambito della sostenibilità, con l’adesione ad alcuni tra i più avanzati standard di settore che perseguono la valorizzazione della storia aziendale e delle persone che ne fanno parte, la sicurezza, la tracciabilità e la trasparenza, l’eliminazione delle sostanze nocive ed il consumo responsabile.

Tra le novità della stagione, l’introduzione di una collezione di filati per aguglieria. Pecci Filati partecipa, come ogni anno, al concorso per giovani creativi internazionali Feel The Yarn che vede quest’anno 26 studenti provenienti dai più prestigiosi istituti di moda internazionali confrontarsi sul tema“HYBRIDIZATION”.